Donazione d’organi nel ricordo di Nino l’Artista Convegno dell'Associazione Partito Sant'Orsola

Un convegno sulla donazione d’organo per ricordare un amico e sostenere un atto d’amore e di vita. È nel ricordo del docente Nino Caruso, chiamato ‘l’Artista’, che l’associazione Partito Sant’Orsola ha organizzato un incontro dal titolo “Donare è vita”. Lo scopo era di sostenere e promuovere la cultura della donazione degli organi.

Caruso, docente di arte nell’istituto comprensivo Leonardo da Vinci di Misterbianco, è scomparso a metà luglio; era tra i soci fondatori dell’associazione. Dopo il decesso, la famiglia ha deciso di donare i suoi organi: i reni sono andati a due pazienti di Palermo e Messina; il fegato a Caltanissetta.

“Un atto di grande generosità – sottolinea Pippo Marchese – presidente dell’associazione – grazie al quale oggi il nostro amico Nino è cittadino del mondo, perché vive in altri esseri umani”.

Al convegno hanno partecipato Ilenia Bonanno, medico dell’UOC Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale Garibaldi, Antonio Barbaro Parisi, presidente dell’Aido di Paternò. Per l’amministrazione comunale, c’era l’assessore alla Salute pubblica, Orazio Romeo. Ha coordinato gli interventi il giornalista Alfio Sciacca.

In Sicilia si sono fatti molti passi avanti nella donazione. A Catania la cultura della donazione ha bisogno di crescere ancora. In tal senso si è espressa la dottoressa Bonanno: “Ci sono ancora opposizioni all’espianto, ma la situazione non è negativa, anzi. D’altra parte è da 30 anni che per la donazione si sono spesi in tanti: dal professor Pintaudi, a Leone, ad Abbate. Dobbiamo continuare tutti a impegnarci, a parlarne sempre, a far comprendere che la donazione è importante perché ciascuno di noi potrebbe essere un potenziale ricevente”.

Il presidente Marchese ha annunciato che in memoria di Nino Caruso, sabato 1 ottobre, alle 18, nella chiesa di San Giuseppe, sarà celebrata una Santa Messa.

Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi