Marco Corsaro lascia l’amministrazione Di Guardo: “In Consiglio voteremo proposte serie” L'ormai ex vicesindaco ha protocollato stamattina le dimissioni.

Una lettera stringata, quasi un telegramma: “Il sottoscritto… comunica alle SS.VV. le mie dimissioni dalla Giunta del Comune di Misterbianco”.

Così Marco Corsaro, vice sindaco e assessore alle Politiche sociali e allo Sviluppo economico, ha consegnato stamattina al protocollo comunale la chiusura della propria esperienza politico-amministrativa nella compagine guidata dal sindaco Nino Di Guardo.

Molto più prolisso nel comunicato che alcune ore dopo è stato recapitato alle testate giornalistiche. L’attacco e il contesto è già di un programma politico “Lavoriamo alla Misterbianco del domani”. Spendibile forse per le amministrative di primavera?

“Fare politica deve entusiasmare – esordisce Corsaro – tuttavia, nell’esperienza amministrativa in cui sono coinvolto, su questo non sento riscontro da un po’ di tempo”.

Nell’estate del 2016, nel corso di un rimpasto in giunta con l’ingresso di altri due assessori, il sindaco Di Guardo aveva ridimensionato la delega alle Attività produttive e sospeso quella di vicesindaco. E già allora, il giovane politico misterbianchese aveva dovuto inghiottire il rospo.

“Due anni e mezzo fa abbiamo compiuto una scelta trasparente – prosegue, ricordando il suo ingresso in Giunta e nella maggioranza che aveva osteggiato nel 2012 – innanzitutto con l’obiettivo di garantire la governabilità e di adoperarsi con senso di responsabilità nell’interesse esclusivo della città.”

“Questo – lamenta – non ha impedito all’amministrazione di arrivare a oggi con le pile un po’ scariche, esaurendo quella spinta verso il rinnovamento essenziale per aggregare e motivare la gente per credere fortemente in un prosieguo».

“È dunque il momento di lasciare la Giunta Di Guardo – continua – Mi faccio da parte per aver modo di lavorare liberamente a un programma di governo della città fondato su due pilastri: innovazione a tutto campo e reale avvicinamento del cittadino alla pubblica amministrazione”.

Quella di Corsaro sembra una decisione dalla quale non tornare indietro, ma che guarda avanti. Appunto come il nome che ha dato al nuovo gruppo consiliare “Guardiamo avanti”, nato a novembre 2016. «Parte oggi un percorso fatto di pluralismo e condivisione verso un progetto già chiaro: la Misterbianco del domani. Siamo pronti all’intesa ed al dialogo con chiunque condivida la nostra idea di politica, cioè stare umilmente al servizio della città. Non escludendo nessuno».

Corsaro rivela che al movimento da lui guidato si affiancherà un nuovo laboratorio di confronto civico, già pienamente operativo: il gruppo ‘Bene Comune’.

«In consiglio – assicura poi l’ex vicesindaco – saremo come sempre persone coerenti a votare progetti e proposte serie».

Corsaro, infine, sottolinea che “le dimissioni sono state accolte dal sindaco dopo un confronto sereno e leale durante il quale ho pure lasciato attività in itinere presso Servizi sociali e Sviluppo economico, segno di rispetto e lealtà che non lascia attriti tra noi due. Per il resto, se son rose fioriranno“.

Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi