Aliquota Irpef, Confcommercio: “L’amministrazione tratta i cittadini come bancomat” L'associazione critica l'aumento della tassa votata in consiglio comunale

“Apprendiamo con stupore che i cittadini Misterbianchesi si ritroveranno un aumento dell’aliquota IRPEF, attraverso la delibera favorevolmente votata nella seduta del consiglio comunale del 30/03/2017”.

Esordisce così una nota della Confcommercio di Misterbianco a commento della recente decisione del consiglio comunale. Col rientro in maggioranza di parte degli oppositori, è stata invertita la decisione presa nel mese di maggio 2016.

Allora, la Confcommercio aveva espresso soddisfazione e invitato la politica locale “ad una maggiore attenzione verso le problematiche dei commercianti a partire proprio dalla riduzione dei tributi locali, come ad esempio, Imu, Tari e bollette del servizio idrico”.

Di tutt’altro tenore e contenuti i commenti di oggi: “Non entrando nei meriti sull’opportunità del provvedimento, sugli equilibri politici, maggioranze ed opposizioni e sulla imminente campagna elettorale – continua la nota – Confcommercio Misterbianco non può che contestare (così come fa ormai da troppo tempo) l’introduzione dell’ennesimo balzello voluto dall’attuale Amministrazione Comunale ai danni di cittadini e famiglie”.

“Ricordiamo alla politica tutta – conclude la nota – che i cittadini Misterbianchesi subiscono un’imposizione fiscale comunale arrivata ai massimi e sono stufi di essere trattati come dei bancomat da azzerare”.

Condividi:

Redazione

La Redazione di Misterbianco 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi