Elezioni 2017, Di Guardo come Berlusconi: mette l’elmetto e scende nel tunnel Ipotizzato un collegamento tra la periferia, già servita dall'Amt, e le stazioni metro. Al centro restano solo Ast e Fce.

La notizia sarebbe da ‘standing ovation’: bus navetta gratuiti per consentire ai cittadini di arrivare alle stazioni della metropolitana. Sarebbe, se non comportasse una palese disparità, spiegabile solo dal clima da campagna elettorale.

L’idea è venuta al sindaco Di Guardo nel corso della visita alla galleria della metropolitana. Sarà stata l’emozione di un viaggio nelle viscere della terra, sarà stato l’elmetto che gli ha ricordato il Berlusconi-operaio della campagna elettorale del 2001, ma il primo cittadino misterbianchese non ha resistito a pensarne un’altra delle sue.

Quale? “Collegare con bus navetta i quartieri di periferia di Misterbianco, che contano oltre 20 mila abitanti, e le vicine stazioni della metro di Nesima e San Nullo, aumentando così la FCE il bacino di utenza dei viaggiatori i quali potranno usufruire agevolmente del servizio in metropolitana per raggiungere Catania”.

“Bene! Bravo! Bis!”. Ma siccome il diavolo sta nei dettagli, vediamo che cos’è che non convince del tutto in questa storia. Intanto, ancora nulla di certo. La conferma nelle parole del sindaco stesso: “Il percorso è già allo studio ed appena i dirigenti della FCE definiranno il tragitto nei prossimi giorni daremo notizia, di concerto con loro, di orari e fermate che permetteranno ai cittadini in pochi minuti di raggiungere il centro di Catania lasciando a casa la macchina.”

Ecco, appunto, nei prossimi giorni e appena sarà definito il tragitto. Poi, due considerazioni. Il resto lo lasciamo alla riflessione dei lettori che potranno valutare se ci troviamo davanti a una trovata acchiappa-voti o a un reale servizio alla comunità misterbianchese.

La prima: i cittadini di Lineri, Belsito e Monte Palma sono i misterbianchesi che, fra tutti, per andare a Catania, possono sfruttare anche le fermate del servizio di mobilità locale dell’Amt catanese.

Per dire: al Parcheggio Nesima, tra Lineri e Montepalma, arrivano già le linee 522, 702, 621, 642, e 932; i trenini della FCE fanno anche una fermata a Lineri e una nella vicina Nesima; via Galermo e via Sebastiano Catania, tra Belsito e Catania/San Giovanni Galermo, sono attraversate dalle linee 733, 449, 556 e 726.

La seconda: il centro storico è servito da due linee di bus extraurbani, Ast ed Fce, e dalla stazione dei trenini FCE.

Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi