Rispetto delle regole n.4 – Al seggio non portate i telefonini: rischiate l’arresto e una multa La Regione scrive alle Prefetture: ecco il cartello da affiggere nelle sezioni

Al voto senza cellulari, smartphone o macchine fotografiche. Lo dice la legge e, altrimenti, si rischia pure tanto: arresto e ammenda.

Non si possono introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini.

L’assessorato regionale delle Autonomie locali e della Funzione pubblica lo ha ricordato da recente a tutte le prefetture isolane. L’oggetto della lettera inviata dalla Regione non lascia adito a dubbi: Elezioni amministrative 2017. Divieto di introdurre in cabina telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini.

“Con riferimento alle disposizioni dettate dal decreto legge n. 49 del 1° Aprile 2008, convertito dalla legge 30 Maggio 2008, n.96, al fine di assicurare il regolare svolgimento delle operazioni elettorali ed, in particolare, la genuina espressione della manifestazione di voto, pregasi di voler fornire al Comune, affinché lo consegnino ai Presidenti di seggio l’allegato avviso, che dovrà essere riprodotto o stampato in formato A3 (cm. 42 x 29,50) e dovrà essere affisso in modo visibile all’esterno e all’interno di tutte le sezioni elettorali sia in occasione del primo turno di votazione che dell’eventuale turno di ballottaggio”.

Nella lettera, è allegato anche il modello di avviso da fare arrivare a tutti i Comuni interessati affinché venga affisso fuori e dentro le sezioni elettorali, che potete vedere nella foto.

Ci pare opportuno ricordare che chiunque contravvenga al divieto è punito con l’arresto da tre a sei mesi e con l’ammenda da 300 a 1000 euro, ai sensi dell’articolo 1, comma 4, del decreto legge 1 aprile 2008, n. 49 convertito dalla legge 30 maggio 2008, n.96

Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it