Post elezioni 2017, il (già vicesindaco e neo consigliere) Lupo perde la carica ma non la giunta? Avvistato dalle parti del Palazzo municipale con auto al seguito nel parcheggio riservato agli assessori

Che ci faceva l’ex vice sindaco Federico Lupo in sala giunta lunedì mattina? E con tanto di auto al seguito (non tanto) regolarmente posteggiata all’interno del parcheggio riservato agli assessori? Se lo sono chiesti in quanti hanno visto nella sua presenza al secondo piano di via Sant’Antonio Abate più di un nostalgico ritrovarsi.

Lupo, come vice sindaco e assessore con delega allo Sport, si era comportato egregiamente nei pochi mesi passati in giunta: attivo ed efficiente in modo adeguato alle ambizioni coltivate. E sì, perché il giovane virgulto della politica misterbianchese in quota Di Guardo, a quel punto, qualche altro traguardo politico se lo poteva certo porre.

L’occasione: le elezioni amministrative. Candidatosi nella lista ‘Misterbianco Rinasce – la Sveglia’, Lupo ha ottenuto 353 voti. Consensi che lo hanno catapultato al secondo posto della lista e fatto guadagnare uno dei tre seggi assegnati.

Ora c’è anche l’investitura popolare. E Lupo ha tutte le caratteristiche per essere uno dei giovani politici su cui il sindaco Di Guardo potrebbe puntare in prospettiva: fedele alla linea quanto basta, si sa presentare e, ora, sa guadagnare anche consensi nell’agone elettorale.

Di certo sarà un buon consigliere, ma chissà se l’esperienza fatta in giunta non gli torni utile proprio per occupare una delle caselle rimaste a disposizione di Di Guardo?

D’altra parte in tanti danno in partenza l’assessore Vecchio (e, nel caso, ripristinare la quota rosa sarà un’altra storia) e in giunta serve qualcuno che sia sempre presente quando occorre. Qualcuno vicino al sindaco, sufficientemente riconoscente delle opportunità avute e, per questo, fidato nella misura giusta. E pronto a tenere in equilibrio una squadra la cui stabilità sarà messa a dura prova dalle prossime decisioni.

Insomma, attenti a Lupo. Magari non ulula né morde. Ma si aggira quatto quatto pronto allo scatto ferino.

Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi