Regionali 2017, “la sera a casa di Luca” tanti amici. Pure troppi? Adesioni in aumento per il giovane politico catanese. Ma c'è chi nutre qualche perplessità

“Ma la sera a casa di Luca torniamo a parlare / Ma la sera a casa di Luca che musica c’è
Pochi amici a casa di Luca, lo stato ideale / Perché ognuno a casa di Luca è nient’altro che sé”

Vent’anni fa precisi precisi, Silvia Salemi, siracusana di Palazzolo Acreide, a Sanremo cantava così. E riscuoteva la simpatia del pubblico e la curiosità dei cronisti.

Oggi, campagna elettorale per le Regionali 2017, c’è un’altra casa di Luca agli onori della cronaca (politica): quella del deputato regionale Luca Sammartino. Che sotto il simbolo del Partito Democratico è in corsa per avere riconfermato il proprio seggio a Palazzo dei Normanni.

E però gli amici a casa di Luca (Sammartino) non sono pochi. Anzi. La corsa ad accaparrarsi i posti in prima fila continua. E mentre nella casa cantata dalla Salemi “ognuno è nient’altro che sé”. In questa delle Regionali 2017, molto più pirandellianamente, ognuno pare “uno, nessuno e centomila”.

Perplessità condivise anche dal vice sindaco Carmelo Santapaola, tra i supporter della prima ora di Sammartino. E incrociato ieri in pieno centro storico a Misterbianco. “Io penso alla campagna elettorale – dice di corsa, mentre salta sul marciapiede – non so gli altri. Oggi sono tutti con lui, almeno a parole. Con i fatti non ne sarei poi così sicuro. Vedremo con i risultati alla mano”. Già, i risultati.

Nel 2012, le scorse elezioni regionali, Luca Sammartino candidato nella lista dell’UDC (Crocetta presidente) ottenne a Misterbianco 1424 preferenze. “Con l’affluenza di sostenitori che abbiamo – commenta Santapaola – in teoria dovremmo arrivare a molti di più. Staremo a vedere”.

L’ultimo in ordine di tempo ad arrivare alla corte del giovane deputato regionale catanese è stato Riccardo La Spina, consigliere comunale eletto con la lista ‘Misterbianco Civica’, quella della ‘Lampadina’, che esprime anche la presidente del Consiglio comunale, Anna Agata Pestoni. Nelle scorse amministrative, nella coalizione che sosteneva il sindaco Nino Di Guardo.

Il 21 settembre, alle 15.07, l’ora del caffè, La Spina postava sul suo profilo Facebook la sua adesione al progetto politico di Luca Sammartino, PD, presidente Micari. In netta contrapposizione con il presentatore della lista, Pippo Bongiovanni, che fa il tifo per Musumeci presidente.

E di nuovi volti a casa di Luca già ce n’erano anche prima: il 16 settembre, ad esempio, il giorno dell’inaugurazione del comitato elettorale di via Giordano Bruno, nel centro storico di Misterbianco. Immortalati nelle foto ricordo, accanto ai sostenutori ‘storici’ Aldo Parrinello (assessore comunale alle Politiche sociali), e lo stesso vice sindaco Santapaola, c’erano i neo consiglieri comunali Fabio Arena e Gaetano Furia, eletti nelle liste che si rifanno al deputato regionale.

Ma ecco pure spuntare chi non ti aspetti: il consigliere comunale Cristian Vitrano e il mancato consigliere Paolo Orlando (Lista Cultura Lavoro Solidarietà con Di Guardo Sindaco); Manuel Sofia, primo dei non eletti nella lista Bene Comune con Corsaro sindaco; Marika Madonia, candidata in Forza Italia-Progetto Misterbianco con Buzzanca sindaco.

E poi, Antonio Di Guardo, figlio del sindaco e candidato nel Movimento Volontari per Misterbianco; Benedetto l’Acqua, già assessore nelle giunte Caruso del 2002 e 2012, e candidato nella sfortunata lista Ama Misterbianco che non superò lo sbarramento. “Una classe dirigente in crescita”, direbbe il più ottimista, per un progetto politico che attira.

Tutti in cerca di un posto in prima fila. Sulle poltrone del salotto buono, ma anche dietro ai tendaggi. Purchè nella casa di Luca. Dove dal balcone, piuttosto che “vedere il mare”, Luca vorrebbe vedere voti. E l’ingresso di piazza del Parlamento. A Palermo.

Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi