A ogni temporale, ‘piange il telefono’ alla polizia locale: comando isolato e utenza disperata Intanto l'amministrazione spenderà 24mila euro per un particolare 'street control' contro le infrazioni al CdS

Muti. Irraggiungibili. Addirittura inesistenti. I numeri telefonici della Polizia locale di Misterbianco a ogni temporale non danno segni di vita. È successo stamattina, dopo la tempesta elettrica alle prime luci del giorno. Fosse in vita il povero Domenico Modugno, il suo “Piange il telefono” sarebbe ancora più straziante se gli fosse capitato di chiamare per un’urgenza il comando.

Tante le segnalazioni dei cittadini arrivate alla redazione o alla nostra pagina Facebook. Qualcuno addirittura pare si sia pure rivolto ai Carabinieri. Dai racconti, sembra che l’evento non sia così raro. Pare che succeda spesso. Almeno a ogni abbondante precipitazione atmosferica. Quando poi succede di sabato, come oggi, diventa impossibile intervenire subito per riparare il guasto e limitare i danni all’utenza che si vede privata di un servizio fondamentale.

Anche perché non è solo la linea telefonica ad ammutolire: non solo cioè non è possibile essere raggiunti dall’esterno o chiamare verso qualcuno, a non funzionare è anche il collegamento a internet, né la rete interna. Insomma, i cittadini che avessero bisogno di contattare il centro radio allo 095 7556427 per fare una segnalazione o chiedere un intervento sulla strada non possono farlo, l’attività di polizia giudiziaria e amministrativa si blocca. Il comando è isolato dal resto del mondo.

Intanto, l’amministrazione comunale si prepara a spendere 20mila euro (più IVA) per acquistare una sorta di “street control”, come aveva anticipato da tempo Misterbianco 3.0. Sarà come un bloc notes elettronico che servirà a riprendere e poi sanzionare eventuali trasgressori del Codice della Strada. Speriamo che con i proventi delle multe riescano anche a non far piangere più i telefoni della polizia municipale. E soprattutto i cittadini che ne chiedono l’intervento.

Rosario Nastasi
Seguimi

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?
Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi