Ferragosto, pioggia, fiamme e black out nel centro storico. Allagamenti in periferia Previsioni meteo avverate: la cronaca di un pomeriggio di un giorno che doveva essere di festa

La pioggia, la grandine. E poi, le scintille e le fiamme. Momenti di panico. Il blackout nel quartiere. Un pomeriggio di Ferragosto che resterà impresso nella memoria nel centro storico di Misterbianco. Ecco la cronaca: intorno alle 15, i temporali annunciati non si fanno attendere. La quantità di acqua mista a chicchi gelati, arrivata in due ondate, a distanza di circa un’ora una dall’altra. Ma è tanta, troppa: le caditoie del sistema fognario non riescono a inghiottirla in tempo.

Succede così che in via Matteotti, in prossimità dell’angolo con via Cairoli, l’acqua caduta dal cielo esonda nelle botole dell’Enel. Contatti e fili, forse usurati dal tempo, non reggono: scintille, fumo e fiamme prendono la via della superficie. E mettono in fuga, in cerca di riparo, i pochi passanti presenti. Le fiamme prendono la strada dei fili e salgono fino al primo piano di una casa, ne anneriscono parte della facciata. Va via anche la corrente negli isolati adiacenti. Partono gli allarmi.

Sul posto arrivano la polizia locale, il servizio antincendio della protezione civile, una pattuglia di sommozzatori dei vigili del fuoco di rientro da un altro servizio, i carabinieri. Il tratto di via Matteotti, compreso tra via Giordano Bruno e via Garibaldi, viene chiuso al traffico e messo in sicurezza.

L’Enel, impegnata in altri interventi per tutta Catania, arriverà un paio d’ore dopo. La squadra d’emergenza fa un rapido sopralluogo: si tenterà di bypassare i fili bruciati per ridare un minimo di energia alle case. Ma, poi, il lavoro potrebbe prendere molto più tempo per riportare la normalità. Intanto, qualcuno tra gli esercizi pubblici si attrezza con un gruppo elettrogeno d’emergenza.

I danni del maltempo, nel territorio misterbianchese, non si limitano al centro storico. La polizia locale è intervenuta per un allagamento stradale nella zona commerciale, nei pressi del call center. Tombini sollevati dalla furia dell’acqua anche nel corso Carlo Marx; altre segnalazioni nel quartiere di Poggio Lupo.

Sarà un Ferragosto da ricordare.

Rosario Nastasi
Seguimi

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?
Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi