Mafia e scommesse, Di Guardo ribatte e rimpiazza Santapaola con Lupo, vice sindaco Marchese Conferenza stampa con giuramento finale del nuovo assessore e mini rimpasto in giunta

Nino Di Guardo non perde tempo: ribatte agli attacchi in conferenza stampa, nomina il nuovo assessore e riaffida la delega di vice sindaco. Tutto in una mattinata.

“Sfido chiunque a trovare in tutto quello che è stato fatto una infiltrazione mafiosa”. Così parla il sindaco davanti a giornalisti, consiglieri comunali e attivisti politici nel corso della conferenza stampa di stamattina. All’ordine del giorno: la vicenda che ha coinvolto l’ormai ex vice sindaco Carmelo Santapaola, agli arresti domiciliari per il reato di intestazione fittizia di beni in seguito all’operazione sulle scommesse illegali RevolutionBet 2.

“All’interno della macchina amministrativa del Comune – ribadisce con orgoglio il sindaco Di Guardo – tutto è pulito, una amministrazione trasparente che non lascia spazio a nessuna intromissione, grazie anche ai dirigenti comunali integerrimi”.

“La mafia in passato c’è stata – ricorda Di Guardo – e io ho rischiato la vita in prima persona per denunciare tutto ciò, ma adesso sono fiero del mio comune dove opero da 40 anni per volere dei miei cittadini.”

Una conferenza stampa affollata ed accalorata dove il sindaco ricorda la crescita del Comune e i risultati raggiunti: “I soldi pubblici sono sacri – sottolinea Di Guardo – e noi li difendiamo, difendendo così il nostro onore e quello dell’intera comunità che ha visto cambiare il volto del comune in questi anni.”

La vicenda Santapaola, per il sindaco, resta un fatto privato che non intacca minimamente l’azione pubblica dell’amministrazione. “Mi auguro che possa dimostrare la sua innocenza davanti ai giudici – conclude – ma il Comune continua ad andare avanti a testa alta e domani spiegherò in piazza ai miei concittadini quanto accaduto.”

Nel suo lungo intervento il sindaco ha respinto al mittente le richieste di dimissioni e quelle di scioglimento del comune per infiltrazioni mafiose. “Ho già nominato il nuovo assessore che sarà Federico Lupo – continua il sindaco – ed affidato l’incarico di vice sindaco all’assessore Matteo Marchese.”

Per Lupo si tratta di un ritorno in giunta. Era stato vice sindaco e assessore con delega allo Sport, nel 2017, ultimi mesi della sindacatura Di Guardo. Nelle ultime elezioni amministrative, Lupo era stato eletto consigliere comunale nella lista Misterbianco Rinasce, con 353 consensi.

(Nell’immagine di copertina: foto in alto, da sin. Anna Pestoni, pres.consiglio comunale; l’assessore Aldo Parrinello; il sindaco Di Guardo; l’assessore Stefano Santagati; foto sotto: il segretario comunale Vincenzo Marano, il vice sindaco Matteo Marchese, il sindaco Di Guardo; l’assessore Lupo, l’assessore Santagati)

Rosario Nastasi
Seguimi

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?
Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi