Scuole, consegnata la scuola dell’infanzia all’ICS Gabelli Completati i lavori di ristrutturazione accompagnati dalle polemiche tra giunta e opposizione

L’amministrazione comunale ha consegnato ieri mattina all’istituto comprensivo Aristide Gabelli il plesso scolastico di via Galimberti, completamente ristrutturato, che ospiterà i bambini della scuola dell’infanzia.

Una consegna che sarebbe dovuta avvenire a settembre, per l’avvio dell’anno scolastico 2018/2019 ma che ha subito diversi intoppi. L’intervento di manutenzione era stato deliberato il 20 luglio.

I lavori di riqualificazione e messa in sicurezza hanno riguardato la copertura dell’intero edificio e la sua impermeabilizzazione. Nello stesso tempo, sono stati pitturati i locali e nel cortile sono stati sistemati i nuovi giochi per i bambini.

L’intervento ha avuto un costo complessivo di circa 150 mila euro. Somma che è stata sborsata dall’azienda CMC che sta eseguendo i lavori della metropolitana: è stato un cambio a fronte dei servizi e delle aree che il Comune ha messo a disposizione per il cantiere.

Per l’occasione, una festa con animazione per i piccoli organizzata dalle stesse mamme ha accolto il rientro degli alunni nei locali rimessi a nuovo.

“Ancora un passo avanti per le scuole del territorio – ha detto il sindaco Di Guardo consegnando i nuovi locali – che sono le più moderne e sicure del territorio. Siamo fieri che i nostri ragazzi possano godere di locali moderni e all’avanguardia.”

Saltate le previsioni dell’amministrazione comunale, che prevedeva la riapertura per il 16 settembre a causa della sospensione del cantiere dopo una visita degli ispettori dell’Azienda sanitaria provinciale.

Il ritardo aveva costretto l’amministrazione comunale a spostare le nove classi dell’infanzia nella centrale dell’istituto e fare ospitare le quarte classi elementari presso le Orsoline di Casa Sant’Angela Merici. Intervento che si era attirato le critiche del movimento Guardiamo Avanti.

Rosario Nastasi
Seguimi

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?
Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi