Carnevali, costumi, commenti ironici e magre figure Botta e risposta tra amministrazione comunale misterbianchese e organizzatori acesi

C’è da chiedersi se in via Sant’Antonio Abate ci sia qualcuno che voglia bene al sindaco Di Guardo per impedirgli di esternare improvvidi commenti e rasentare il ridicolo.

Il fatto. Se proprio si voleva fare ironia sulla presenza dei costumi misterbianchesi nello spot del Carnevale di Acireale, che almeno la si lasciasse fare alla pagina social del Carnevale di Misterbianco. Insomma, se frecciate ci dovevano essere che se la sbrigassero fra loro carnevali.

E invece, no. Addirittura il primo cittadino misterbianchese si è sentito in obbligo di intervenire personalmente con un commento ironico. Suscitando l’inevitabile risposta degli organizzatori acesi e accedendo una evitabile contesa campanilistica. Cosa che, proprio contro la “città dei 100 campanili”, parte già con evidente handicap.

Però, prima di aprire bocca, sarebbe opportuno contare almeno fino a 10 ed evitare così di farsi sbertucciare anche ad Acireale. Con tanto di dignità di cronaca, per giunta. E finire per fare come i pifferi di montagna che andarono per suonare e furono suonati.

Che poi, con tutto quello che sta accadendo a Misterbianco di questi tempi…

Condividi:

Redazione

La Redazione di Misterbianco 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi