Guardia medica, servono 1,4 milioni per riaprire la sede di via Galilei Corsaro ('Guardiamo Avanti'): "Accelerare per restituire un servizio essenziale al territorio"

Un milione e 400mila euro. È la somma che serve per riaprire la sede della Guardia medica di via Galilei a Misterbianco. La spesa per ripristinare il presidio è stata resa nota da Marco Corsaro, capogruppo consiliare di ‘Guardiamo Avanti’, dopo l’incontro con Maurizio Lanza, commissario dell’Asp di Catania.

È dal 2016 che il poliambulatorio di via Galilei è chiuso, in quanto dichiarato inagibile. Nel frattempo, la struttura è stata esposta al degrado e a incursioni vandaliche. Uno stato di abbandono che anche Misterbianco 3.0 ha denunciato fino al 18 febbraio scorso sui propri social network.

Così, il 10 marzo scorso, il commissario Lanza ha fatto mettere in sicurezza gli accessi alla struttura, murandoli e interrompendo così la possibilità di vandalismi e intrusioni non autorizzate. Ma lasciando senza risposta chi si chiede ancora quale futuro attende il centro sanitario.

Anche per tale motivo – come spiega la nota del gruppo ‘Guardiamo Avanti’ – Corsaro aveva richiesto l’incontro urgente con i vertici Asp e così affrontare il problema e trovare soluzioni operative.

“Ringraziamo il commissario Lanza – dichiara Corsaro – per la grande attenzione mostrata nei riguardo del nostro territorio, privato ormai da troppo tempo di un servizio essenziale utile anche al vicino Comune di Motta Sant’Anastasia”.

A quanto pare, l’azienda sanitaria, come affermato da Lanza, intenderebbe inserire il recupero strutturale dell’edificio fra i propri investimenti strategici per l’immediato futuro.

Ma il gruppo ‘Guardiamo Avanti’ vuole un’accelerazione. E si dichiara pronto a cercare la sponda del Governo regionale. “Valutiamo di chiedere un intervento dell’assessorato regionale alla Sanità – aggiunge il capogruppo – per reperire fondi tali da accorciare i tempi e restituire rapidamente la Guardia medica e una struttura di nuovo a pieno regime alla città di Misterbianco”.

Rosario Nastasi
Seguimi

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?
Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi