Venerdì Santo, AAA portatori cercasi per processione con urna funeraria Limiti di età alla confraternita dell'Immacolata non permettono di formare una squadra adeguata

AAA portatori cercansi. La processione del Venerdì Santo del 2019 potrebbe restare nella storia: manca la squadra di portatori per la preziosa urna con la statua del Cristo morto. Il trasporto è stato finora garantito storicamente dalla confraternita dell’Immacolata, cosiddetta ‘dei Maestri’. Ma quest’anno i confrati devono fare i conti con l’anagrafe: non ce la fanno più! L’età avanza, gli acciacchi pure e a sopportare il peso del feretro sono sempre di meno: pare solo in quattro disponibili sugli otto necessari.

Il mancato turnover ha messo in allarme lo stesso parroco Giovanni Condorelli. Non bastava la chiusura della Chiesa Madre dal 21 ottobre 2018 per la caduta di calcinacci e lo stallo nell’avvio dei lavori di riparazione. Con tutti i disagi dall’organizzare le celebrazioni religiose nella vicina chiesetta di Santa Lucia. La tegola della processione ‘do’ Signuri mottu’ con l’urna appiedata il sacerdote proprio la voleva evitare.

Le febbrili consultazioni con le altre confraternite non hanno finora avuto esiti positivi. Tanto che al parroco non è rimasto che lanciare un appello pubblico, oggi, per la Domenica delle Palme, prima della processione: se c’è qualcuno di buona volontà che vuole
mettersi sulle spalle il Signore Morto si faccia avanti.

Così la vicenda pare che possa aver trovato una via d’uscita. Si saprà domani sera, lunedì 15 aprile, dopo una riunione indetta dal parroco tra uomini di buona volontà. L’idea sarebbe di formare un gruppo del ‘Cristo Morto’ che si possa occupare dell’incombenza del Venerdì santo ogni anno. Qualcuno pare si sia già fatto avanti. Il ricambio è garantito, la processione pure.

Rosario Nastasi
Seguimi

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?
Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi