Lineri, nuovi parcheggi liberi e divieto di fermata in via Lenin alta, da via Di Vittorio a via Amenano Il notevole flusso di mezzi e la sosta indiscriminata possono determinare situazioni di pericolo e intralcio

Nuove aree di sosta a parcheggio libero e un divieto di fermata in via Lenin, a Lineri. Istituiti a tempo di record: nello stesso giorno che il sindaco e l’assessore alla Viabilità mandano la richiesta al comando di polizia locale, Però, questa sì che è efficienza.

Si tratta di nuove aree di sosta a parcheggio libero, di cui all’art. 120 lett. c) Figura II 76 del D.P.R. n. 495/92, nella via Lenin, lato est, nel tratto che va da via Giuseppe di Vittorio a via Amenano.

Sempre su via Lenin, lato ovest, nel tratto che va da via Giuseppe di Vittorio a via Amenano, è istituito un divieto di fermata, Art. 120 lett. b) Figura II 75 del D.P.R. n. 495/92.

La decisione è stata motivata, tra l’altro, come riporta l’ordinanza, dal notevole flusso veicolare che interessa il Comune di Misterbianco “in grado di determinare situazioni di intralcio e pericolo causate dall’intenso traffico veicolare e dalla sosta indiscriminata dei veicoli in carreggiata in aree non appositamente segnalate da apposita segnaletica orizzontale e verticale”.

L’ordinanza è la n° 31 del 23/05/2019 del settore polizia locale, ufficio proponente servizio traffico urbano, che ricorda la nota prot. 25918 del 23/05/2019 a firma dell’Assessore alla viabilità, Stefano Santagati, e del sindaco Nino Di Guardo, “con la quale si chiede all’Ufficio di individuare nuove aree da destinare a parcheggio libero da posizionare su via Lenin, tratto da via Giuseppe di Vittorio a salire verso nord, nonché a procedere alla predisposizione di tutti gli atti amministrativi conseguenti”.

Detto fatto. TUtto ciò, nello stesso giorno in cui il gruppo consiliare ‘Guardiamo Avanti’ denunciava il caos parcheggi al centro storico.

Rosario Nastasi
Seguimi

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?
Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi