Cimitero, rubati oltre 400 metri di cavi di rame. La denuncia di ‘Guardiamo Avanti’ Anzalone e Corsaro: "Nelle ultime settimane i raid si sono moltiplicati".

“Non c’è pace neppure dopo morti. Oltre 400 metri di cavi di rame rubati al cimitero di Misterbianco”. È la denuncia che fanno stamattina marco Corsaro, già capogruppo consiliare di Guadiamo Avanti, e Ninni Anzalone segretario politico del movimento, stamattina arrivato sul posto.

“Un fatto intollerabile – aggiungono Corsaro e Anzalone – e non è la prima volta che succede. Nelle ultime settimane si sono moltiplicati i raid di ladri che agiscono indisturbati data l’assenza della videosorveglianza che più volte, recependo le istanze dei cittadini, avevamo richiesto”.

“Ci avevano detto ‘è tutto apposto’, ‘abbiamo messo le telecamere’ – continuano – invece questo è il risultato: prosegue lo sfregio inaccettabile di uno dei luoghi più sacri della nostra città, dove riposano i nostri affetti”.

Il movimento aveva già denunciato il non funzionamento della videosorveglianza anche nella parte vecchia del camposanto.
Stamattina, i custodi del cimitero hanno fatto la denuncia ai carabinieri.

Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi