Maltempo, a Misterbianco è ‘emergenza-chiese’: funzioni religiose spostate a San Rocco Lunedì sopralluogo della Sovrintendenza per valutare i danni dopo il fulmine a Santa Lucia

La Chiesa Madre, dedicata a Santa Maria delle Grazie, chiusa dall’anno scorso e con lavori ancora in corso; la chiesa di Santa Lucia, che ne aveva ospitato le funzioni, colpita da un fulmine. Salta fuori la soluzione (temporanea) della chiesetta di San Rocco, quella dell’orologio solare. Lo conferma il parroco Giovanni Condorelli a Misterbianco 3.0. Almeno per celebrare la messa nei giorni feriali.

Il sacerdote ha anche chiesto all’ufficio tecnico comunale di approntare un intervento che tamponi la caduta di parte delle decorazioni in pietra bianca dalla facciata di Santa Lucia, colpita da un fulmine nel corso del temporale di ieri sera. Anche perché i lavori in corso in Chiesa Madre, ripresi proprio da qualche giorno, dureranno almeno un mese. La messa in sicurezza del principale edificio cattolico misterbianchese ne consentirebbe la riapertura, anche se parziale.

Intanto, lunedì 14 ottobre, nella chiesa di Santa Lucia si dovrebbe tenere un sopralluogo della Soprintendenza ai Beni culturali di Catania. Lo rende noto l’ex consigliere comunale Marco Corsaro, componente del gabinetto dell’Assessorato regionale alle Infrastrutture e dirigente del movimento civico ‘Guardiamo Avanti’ a Misterbianco, dopo i danni causati dal maltempo di stanotte.

“Stamattina presto ho sentito la soprintendente Rosalba Panvini – afferma Corsaro – e concordato la visita che servirà a valutare un possibile intervento in somma urgenza. Occorre infatti scongiurare la prolungata chiusura della chiesa di Santa Lucia, fra le più frequentate del centro storico di Misterbianco. Sempre a causa del maltempo, l’anno scorso, si erano verificate infiltrazioni e crolli alla Chiesa Madre della città. Il sopralluogo di lunedì sarà l’occasione anche per fare il punto su quel cantiere avviato dalla Soprintendenza e che, dopo alcune criticità, è ripartito in queste settimane”.

Rosario Nastasi
Seguimi

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?
Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi