Sanità, l’Asp cerca casa a Misterbianco centro ma ‘dimentica’ di avere il poliambulatorio di via Galilei La struttura venne abbandonata per inagibilità nel 2016, da allora disagi per l'utenza, abbandono e vandali per l'immobile

Circa 500 metri quadrati di superficie, almeno 15 stanze, servizi igienici adeguati alla struttura, privo di barriere architettoniche. L’Azienda Sanitaria Provinciale (Asp) di Catania cerca casa a Misterbianco centro. Un immobile da affittare e da adibire a servizi sanitari a Misterbianco centro. Non ci sarebbe nulla di strano, se l’Asp una casa a Misterbianco centro non l’avesse già: il poliambulatorio di via Galileo Galilei, abbandonato in fretta e furia nel 2016, perché dichiarato inagibile forse troppo frettolosamente.

Nel frattempo, i locali di via Galilei, con attrezzature e documenti, sono rimasti abbandonati al loro destino. Esposti alle intemperie e ai vandali, come denunciato e documentato da Misterbianco 3.0 fino allo scorso mese di febbraio. L’ultimo tentativo di sottrarre del materiale ferroso fino al mese di settembre.

Ora l’Asp corre ai ripari. Ma invece di un progetto per ripristinare i locali, per il quale occorrerebbero 1.4 milioni, pubblica una ricerca di locali. Che giunge comunque in gran ritardo, visto che doveva essere pubblicata nel mese di agosto 2016.

Per chi fosse interessato, l’immobile cercato dall’Asp, oltre alle caratteristiche già descritte, deve essere stato già edificato alla data di pubblicazione dell’annuncio. E la ricerca non prenderà in considerazione edifici non ancora realizzati o in fase di realizzazione. E ancora, deve essere indipendente (fabbricato preferibilmente cielo-terra oppure porzione, con autonomia impiantistica e di accessibilità e con limitatezza di spazi condominiali; avere agevoli collegamenti con le principali vie di comunicazione e adeguata presenza di collegamenti con i mezzi pubblici; avere agevole fruibilità di aree parcheggio; avere un’efficienza energetica (classe energetica minima richiesta: C); impianti efficienti; gli spazi locati dovranno essere dotati di impianti certificati in conformità alla normativa vigente (o relativa ‘dichiarazione d’intenti’ a rendere conformi gli impianti alla normativa vigente e a presentare tutte le relative certificazioni).

Ancora, l’immobile deve essere conforme (o relativa ‘dichiarazione d’intenti’ a rendere conforme l’immobile): alla normativa vigente in materia di abbattimento delle barriere architettoniche; alla sicurezza sui luoghi di lavoro; alla normativa antincendio; alla normativa antisismica; agli strumenti urbanistici vigenti. E deve avere destinazione d’uso per servizi sanitari.

I soggetti interessati dovranno far pervenire all’Ufficio Protocollo Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania all’indirizzo ‘Azienda Sanitaria Provinciale di Catania – via S.M. La Grande n.5, Catania’, a mezzo del servizio postale statale, corriere privato o a mano, entro e non oltre le ore 10,00 del giorno 30 novembre 2019, (termine perentorio a pena di esclusione), un plico, firmato o siglato sui lembi di chiusura dal mittente e sigillato con nastro adesivo (o con qualsiasi altro mezzo ritenuto idoneo dal mittente a garantirne la sigillatura), recante all’esterno, il nominativo del mittente comprensivo di indirizzo, recapito telefonico, la seguente dicitura: “INDAGINE DI MERCATO PER LA RICERCA DI UN IMMOBILE IN LOCAZIONE PASSIVA DA ADIBIRE A SERVIZI SANITARI NEL COMUNE DI MISTERBIANCO — NON APRIRE” contenente, a pena di esclusione, tutta la documentazione indicata nell’avviso e con le modalità precisate.

Rosario Nastasi
Seguimi

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?
Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi