Altro che coronavirus! Al mercato di piazza Pertini, la vera emergenza è nei bagni pubblici I servizi igienici sono impraticabili per mancanza delle elementari condizioni di igiene

“Le consiglio di non entrare”. L’invito del commerciante è caritatevole. E già fa presagire che cosa ci aspetta. L’odore appena varcata la soglia è rivelatore. E dire che quello delle donne è il più ‘praticabile’. Quello dove occorrono doti da campioni di apnea solo per affacciarsi alla porta.

I bagni pubblici di piazza Pertini, dove al sabato si tiene il mercato settimanale, sono in condizioni pietose: servizi igienici impraticabili e fuoriuscita di liquidi di incerta natura. La situazione è stata segnalata stamattina da alcuni esercenti a Misterbianco 3.0

Le rimostranze degli operatori sono state rivolte anche al servizio annona della polizia locale. Che non ha potuto far altro – riferiscono i commercianti – che chiudere il bagno riservato agli uomini, quello messo peggio. Qui i liquami affioravano dal tombino all’ingresso e rischiavano di finire in mezzo alla bancarella di un vicino alimentarista.

Il servizio igienico per le donne è rimasto aperto, per poter attingere l’acqua per le pulizie, e per eventuali (e improbabili) emergenze.

         

“Abbiamo segnalato la situazione ai vigili – dice un esercente – che hanno telefonato subito ai tecnici. Ma fino a questo momento (le 13.50, ndr) non si è visto nessuno”.

Altri sono stati costretti a rivolgersi ai bar della zona. “Siamo in piedi dalle 4 del mattino – lamenta un’altra commerciante – e dei servizi igienici abbiamo bisogno. Non è una bella situazione”.

Ora, segnalati i disservizi al Comune, si spera che per il prossimo sabato la manutenzione riesca a ripristinare una condizione decente. Intanto però, attenti all’emergenza coronavirus!

Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi