Emergenza Covid-19, arriveranno da martedì i 500mila euro per la spesa alimentare Firmata in tarda serata l'ordinanza dell Protezione civile

Sono 501mila 364,86 gli euro che arriveranno a Misterbianco martedì 31 marzo, per finanziare i buoni spesa e fronteggiare l’emergenza alimentare. Sono i tempi previsti nella versione definitiva dell’ordinanza della Protezione civile, che fissa anche i criteri di ripartizione delle risorse.

Entro il 31 marzo, il ministero dell’Interno dispone il pagamento di 400 milioni di euro a favore dei Comuni italiani: 386.945.839,14 per i Comuni delle regioni a statuto ordinario, della Regione Sardegna e della Regione Siciliana; 13.054.160,86 per quelli delle regioni Friuli Venezia Giulia e Valle d’Aosta, e per le Province autonome di Trento e Bolzano.

L’80% del fondo sarà distribuito in base alla popolazione, e l’altro 20% si concentrerà nelle zone più povere in base al parametro della distanza fra il reddito pro capite del Comune e quello medio nazionale.

A Misterbianco, con i suoi 50.037 abitanti toccheranno 501.364,86 euro. Complessivamente, in provincia di Catania arriveranno circa di 9,8 milioni di euro.

I Comuni possono inoltre destinare alle misure urgenti di solidarietà alimentare di cui alla presente ordinanza eventuali donazioni, aprendo appositi conti correnti bancari.

Ciascun Comune è autorizzato ad acquistare:
a) buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali contenuti nell’elenco pubblicato da ciascun comune nel proprio sito istituzionale;
b) generi alimentari o prodotti di prima necessità.

I Comuni, per l’acquisto e per la distribuzione dei beni possono avvalersi degli enti del Terzo Settore. Nell’individuare i fabbisogni alimentari e nella distribuzione dei beni, i Comuni in particolare possono coordinarsi con gli enti attivi nella distribuzione alimentare a valere sulle risorse del Programma operativo del Fondo di aiuti europei agli indigenti (FEAD).

Spetterà all’Ufficio dei servizi sociali di ciascun Comune individuare la platea dei beneficiari ed il relativo contributo tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico.

Con successivi provvedimenti si potrà provvedere ad ulteriori assegnazioni.

Condividi:

Redazione

La Redazione di Misterbianco 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi