Ex Ponte Graci, “eppur (qualcosa) si muove…”: giovedì mattina consegna dell’area per i lavori Informazione postata sulla bacheca Facebook di Luciano Cantone, deputato nazionale M5S

Ex Ponte Graci: “eppur (qualcosa) si muove”. La citazione-parodia, attribuita a Galileo, cade a pennello per quanto dovrebbe avvenire stamattina: la consegna dell’area per i lavori del cantiere per ripristinare il famigerato sovrappasso tra Misterbianco e Motta Sant’Anastasia, sulla SS 121.

Ne ha dato notizia sul proprio profilo Facebook (ormai si usa così), il deputato nazionale pentastellato Luciano Cantone: «Domattina (oggi, per chi legge, ndr) verrà consegnata formalmente all’impresa l’area per i lavori del Ponte Graci, così da far partire il cantiere già nei prossimi giorni. Si tratta di un’ottima notizia per dei lavori che le comunità di Misterbianco e Motta S. Anastasia stavano aspettando, e che si erano fermati a causa dell’epidemia».

All’esponente misterbianchese del M5S ha fatto eco Marco Corsaro, presidente del movimento politico locale “Guardiamo Avanti” e componente dell’entourage dell’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti Marco Falcone: «C’è poco da festeggiare, importante è che i lavori partano e nello svolgimento del cantiere non ci siano ulteriori intoppi. La Regione ha fatto quello che doveva, finanziando l’intera opera e seguendo costantemente l’iter di appaltabilità di Anas, rallentato da ultimo anche dall’emergenza coronavirus. Troppo Facile appuntarsi la medaglietta a cose fatte».

L’ultimo evento nel tormentato percorso per l’avvio dei lavori, più volte annunciato, è del 7 aprile 2020, con l’emanazione del decreto, da parte dell’Anas, per l’occupazione delle aree.

Il ponte Graci che costituiva il sovrappasso, era stato abbattuto nel mese di settembre 2019. A occuparsi della ricostruzione è l’Anas. Le comunità di Misterbianco e Motta Sant’Anastasia hanno subito i disagi della mancata ricostruzione e non hanno abbandonato le speranze. Ma non si fanno illusioni.

L’Italia a due velocità, anche nei cantieri pubblici stradali, è un dato di fatto.

Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi