Vaccino AstraZeneca, il lotto sospeso somministrato a febbraio alla Polizia locale L'inoculazione effettuata al PTA di Adrano, con la campagna di vaccinazione alle forze dell'ordine.

Il lotto di vaccino sospeso ABV2856 inoculato anche alla polizia locale misterbianchese. Il lotto numero ABV2856 del vaccino anti-Covid19 dell’azienda farmaceutica AstraZeneca, bloccato al momento dall’AIFA dopo la morte sospetta nel Catanese, era stato somministrato anche agli agenti della Polizia locale di Misterbianco. Lo conferma il documento di cui Misterbianco 3.0 è venuto in possesso.

Gli agenti del corpo misterbianchese che vollero vaccinarsi risposero alle prenotazioni fissate per il 25 e il 26 febbraio, nel PTA di Adrano dell’Azienda sanitaria catanese. In quei giorni, assieme agli agenti di Misterbianco, erano presenti altri dipendenti pubblici, come agenti e insegnanti provenienti da vari Comuni limitrofi.

Con il vaccino AstaZeneca era appena iniziata la somministrazione alle forze dell’ordine italiane e al personale scolastico. Al momento comunque, tra il personale sottoposto a vaccinazione non pare siano stati segnalati particolari effetti secondari avversi.

Ricordiamo che l’autorità giudiziaria di Siracusa ha aperto un’inchiesta sulla morte del militare in servizio ad Augusta (SR), Stefano Paternò, 43 anni, e residente a Misterbianco. Il militare era deceduto per un arresto cardiaco nella sua abitazione. Il giorno precedente si era sottoposto alla prima dose di vaccino dello stesso lotto a cui fa riferimento l’Aifa, ABV2856.

«Si tratta di un lotto che è stato commercializzato sia in Italia che in Europa. Stiamo indagando e purtroppo non è facile visti i numerosi soggetti coinvolti. Non dobbiamo creare allarmismo ma le nostre scelte sono dettate dalla tutela della salute pubblica», ha detto all’ANSA il procuratore capo di Siracusa, Sabrina Gambino.

La Procura di Siracusa ha iscritto nel registro degli indagati per la morte di Stefano Paternò dieci persone, tutta la catena di distribuzione del vaccino dalla società Astrazeneca che lo produce, fino al personale sanitario dell’ospedale militare che si è occupato dell’inoculazione. L’accusa per tutti è di omicidio colposo.

Un altro lotto del vaccino Covid-19 AstraZeneca (numero ABV5300) è stato sospeso dall’Autorità austriaca, dopo che a una persona è stata diagnosticata una trombosi multipla (formazione di coaguli di sangue all’interno dei vasi sanguigni). La persona è morta 10 giorni dopo la vaccinazione; un’altra è stata ricoverato in ospedale con embolia polmonare (blocco nelle arterie dei polmoni) dopo essere stata vaccinata.

Il lotto è stato sospeso in via precauzionale dall’Austria, seguita tra ieri e oggi da Estonia, Lituania, Lussemburgo e Danimarca e Norvegia.

Condividi:

Redazione

La Redazione di Misterbianco 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi