Sport e Covid19, Guardiamo Avanti: «Basta particolarismi». Percipalle: «Tutelare il settore» Appelli alla commissione straordinaria per sostenere il mondo dell'associazionismo sportivo

Sport e Covid: un binomio a somma negativa. Specialmente per società sportive e le associazioni dilettantistiche misterbianchesi. Tanto che da varie parti si levano voci in loro sostegno. Come quelle del movimento civico “Guardiamo Avanti” e del comitato cittadino “La Voce di Misterbianco”.

«L’emergenza covid-19 è diventata anche emergenza per lo sport della nostra città» afferma una nota del movimento civico “Guardiamo Avanti”, che prende spunto dalle lamentele di alcune associazioni di Misterbianco riguardo l’assegnazione e la gestione delle strutture sportive comunali.

«La grande vivacità e le realtà virtuose del nostro territorio – prosegue la nota – sono state forzatamente congelate dalla pandemia, ma anche da alcune disfunzioni che oggi occorre superare. L’appello delle società sportive, rivolto nei giorni scorsi al Comune, deve essere allora raccolto proprio adesso. La ripresa post-covid è l’occasione giusta per mettere le cose a posto: lo sport deve riaccendersi con strutture e spazi adeguati alle richieste di società e utenti, garantendo l’interesse della collettività di Misterbianco».

«Confidiamo nella sensibilità di della Commissione prefettizia – proseguono gli esponenti del gruppo presieduto da Marco Corsaro – per attuare una riorganizzazione della gestione del patrimonio sportivo della città che metta alla porta i particolarismi del passato».

«Una eventuale ridefinizione del regolamento per l’uso degli impianti – spiega “Guardiamo Avanti” – deve favorire la ripresa ordinata di tutte le discipline, l’equità e la trasparenza. Siamo pronti al confronto con il Comune e gli altri attori, anche pensando a una differenziazione delle strutture per singoli sport, con un costante e proficuo dialogo con le scuole».

«Nel frattempo – conclude la nota – chiediamo ai commissari di accelerare sulla riapertura della pista d’atletica, sulla consegna dei lavori al Palatenda e sulla messa in sicurezza della palestra del plesso scolastico di via Garibaldi (oggi la struttura risulta inagibile) per venire incontro in tempi celeri alle diffuse aspettative dei cittadini».

Per Giusi Percipalle, presidente del comitato cittadino “La Voce di Misterbianco” «il settore delle associazioni e società sportive dilettantistiche è forse il più colpito dalle restrizioni di questa pandemia». «Essi non vivono un buon momento – aggiunge – con i centri chiusi, le entrate dalle attività azzerate e di contro tutte le spese ancora in essere (il governo non ha rilasciato ancora sussidi per le associazioni con codice fiscale) un sistema come quello dello sport dilettantistico, che oggi è al collasso».

«Il mio appello alla Commissione Prefettizia – prosegue – è di essere più presente per gli operatori sportivi, rendere gratuito l’accesso alle strutture comunali, almeno per il primo anno. Possibilità di comunicazione pubblicitaria per le attività gratuita su tutto il territorio per quanto concerne le affissioni di competenza comunale. Riduzione o sospensione degli adempimenti comunali per le ASD/SSD/FSN/EPS/DSA/TARI. Auspico che la suddetta richiesta venga presa in considerazione dai Sigg Commissari a favore di un settore che oggi va assolutamente tutelato».

Condividi:

Redazione

La Redazione di Misterbianco 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi