Poliambulatorio, l’Asp conferma la gara per la progettazione ma intanto ricerca locali da affittare Il 9 giugno scade il termine per presentare le offerte. L'azienda sanitaria torna a cercare immobili per consultorio e servizi sanitari

Qualcosa si (ri)muove sulla ristrutturazione del poliambulatorio Asp di Via Galilei. Tra un iter burocratico a dir poco confuso e l’altro, finalmente c’è un termine certo: entro le ore 8 del 9 giugno, i 15 professionisti individuati dovranno far arrivare le proprie offerte per la gara in cui verrà affidato l’incarico della progettazione definitiva.

L’importo messo a bando è di 117 mila euro. Una somma sulla quale si sono inseguite delibere con tabelle di determinazione riviste al ribasso: in quella presentata con delibera n.122 del 29.01.2021, era di 251 mila euro; mentre nella 326 del 12.03.2021 era di 149 mila euro; infine, nel mese di aprile, con la lettera di invito ai professionisti e il disciplinare, si legge della somma di 117 mila euro.

Insomma, qualcosa si muove. E forse non è il caso di fare gli schizzinosi sulle procedure. Ma che l’iter procedurale sia stato un po’ zoppicante non può non saltare all’occhio.

A parte ciò, soddisfazione è stata espressa del movimento civico “Guardiamo Avanti Misterbianco”, che ha reso nota la pubblicazione dell’atto. E, tramite il suo presidente Marco Corsaro, ha sottolineato la funzione strategica del poliambulatorio. «Una struttura che noi abbiamo voluto con forza tornasse punto di riferimento per la Sanità sul territorio – ha affermato – qualche mese ancora e sarà la volta della gara d’appalto per affidare i necessari lavori di ristrutturazione del plesso. Avevamo raccolto l’allarme dei cittadini, raccogliendo un migliaio di firme e portando il Poliambulatorio al centro dell’agenda dell’Asp. Oggi avanziamo bene verso la meta».

Cauto ottimismo anche dalla Cisl di Catania, che del rispristino del poliambulatorio ha fatto una battaglia, per alleviare i disagi e ribadire ancora una volta il diritto alla salute e alla cura di tutti i cittadini di Misterbianco. «L’Asp ha dimostrato disponibilità – sottolinea Maurizio Attanasio, segretario generale della Cisl etnea – nel realizzare l’hub vaccinale del Mandela. Ora, mostri oculatezza nell’impiegare energie e risorse per accelerare la ristrutturazione di via Galilei».

Intanto, l’Asp ha di nuovo pubblicato un avviso per la ricerca di un immobile da adibire a Consultorio familiare a Misterbianco. Era già accaduto, senza successo nel mese di ottobre 2019.

Anche stavolta, l’immobile ricercato deve avere dei precisi requisiti dimensionali: disporre di sala di aspetto, stanza del ginecologo ed ostetrica, ambulatorio ginecologico, stanza dello psicologo, stanza dell’assistente sociale, stanza per incontri di gruppo (almeno 25 mq.), WC per disabili, WC per utenti, WC per dipendenti, idonei spazi per archivio, conservazione farmaci, conservazione attrezzature, spazio separato per rifiuti speciali, nonché ulteriori 500 metri quadrati da adibire al Servizio di Igiene Pubblica, Medicina Legale e Fiscale e Ufficio Vaccinazioni.

Per chi è interessato, l’avviso completo si può trovare sul sito dell’Asp. Sarà una ricerca vana anche stavolta?

Condividi:

Redazione

La Redazione di Misterbianco 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi