Rifiuti, arriva il “porta a porta” tra Montepalma e Catania: microdiscarica addio? L'operazione coinvolge 300 residenti. Soddisfazione espressa dal movimento "Guardiamo Avanti"

Microdiscarica addio? È la speranza degli abitanti di Montepalma, il quartiere misterbianchese al confine con Catania. Dove da recente è scoppiata l’emergenza legata all’incivile abbandono dei rifiuti proprio nel punto in cui si intersecano i due limiti territoriali comunali.

Da domani, lunedì 14 giugno, come annuncia la Dusty società che gestisce la raccolta nei due comuni, la raccolta differenziata col sistema “porta a porta” servirà gli abitanti delle vie Lineri e Montepalma che ricadono nell’area di giurisdizione del Comune di Catania.

Un progetto di “trasformazione” che coinvolge sono oltre 300 i residenti (tra utenze domestiche e non domestiche). E che dovrebbe scrivere la parola FINE per la formazione della microdiscarica nel lato del Comune di Misterbianco. Anche se, in base alle foto trappole piazzate dall’amministrazione straordinaria misterbianchese, l’abbandono dei rifiuti pare avvenga anche dai pendolari che arrivano da altre parti, con auto e furgoni.

Per la Dusty «l’ulteriore estensione delle aree urbane servite dalla raccolta porta a porta, rientra nel progetto di eliminazione delle micro-discariche abusive a opera di cittadini residenti e di pendolari incivili che transitano tra i due comuni».

Già nelle scorse settimane – spiega l’azienda sul proprio sito web – i volontari e gli operatori Dusty hanno fornito le opportune informazioni sulle modalità e sugli orari di conferimento, hanno distribuito il nuovo dizionario dei rifiuti e il calendario settimanale entrambi realizzati da Dusty, e hanno consegnato il kit completo dei contenitori dedicati per le singole frazioni.

L’Amministrazione comunale di Catania e Dusty auspicano che con la progressiva eliminazione dei contenitori stradali di prossimità, il fenomeno possa essere combattuto e superato. Ai residenti delle vie Lineri e Montepalma coinvolti dall’estensione del servizio di raccolta di porta a porta, si chiede la massima collaborazione.

L’iniziativa è stata accolta con soddisfazione dal movimento civico Guardiamo Avanti Misterbianco. Per il presidente Marco Corsaro «è una nuova prova di come, con il dialogo fra istituzioni e un approccio aperto e pragmatico, è possibile fare buona amministrazione, quello in cui crediamo. È una svolta che migliorerà la qualità della vita dei residenti e il decoro della città. Da lunedì avanti con la differenziata fra via Lineri, via Montepalma fino a via Matteo Gaudioso».

«Come “Guardiamo Avanti” – prosegue Corsaro – avevamo raccolto il grido d’allarme dei residenti della zona dovuto alla discarica di via Milano, organizzando anche un sit-in. Il nostro impegno aveva stimolato il Comune a incontrare l’amministrazione di Catania per risolvere il problema e riorganizzare la raccolta rifiuti in quel quartiere. Occorreva superare le difficoltà dovute all’incrocio di competenze territoriali ed evitare il formarsi di nuove microdiscariche.

«Un ringraziamento – conclude Corsaro – a tutti coloro che a Misterbianco hanno lavorato per questo risultato, ai cittadini per la loro pazienza, al Comune di Catania, in particolare al consigliere comunale Giovanni Petralia, per la disponibilità mostrata».

Condividi:

Redazione

La Redazione di Misterbianco 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi