Autovelox sulla exSS121, si cambia: funzioneranno tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18 La giunta Corsaro: esperimento per un mese, poi la decisione dopo la relazione del comandante Virgilio

Autovelox fissi attivi su via Aldo Moro (ex SS121) da lunedì a domenica, dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 16 alle ore 18, per un periodo sperimentale di un mese. È quanto ha deciso la giunta municipale, guidata dal sindaco Marco Corsaro, il 17 marzo scorso. Al termine del periodo sperimentale, il comandante Saverio Virgilio, responsabile del V Settore Polizia Locale, farà pervenire al sindaco una relazione con il numero delle violazioni accertate ai sensi dell’art. 142 del C.d.S., nonché il numero di sinistri stradali rilevati lungo il tratto di strada interessato.

La decisione dell’amministrazione comunale si è resa necessaria in quanto è stato scoperto che i due autovelox, fin dalla loro installazione nel mese di dicembre 2020, hanno funzionato tramite attivazione manuale, per mezzo di un portale dedicato e credenziali di accesso in uso al personale di polizia locale.

Un’attivazione “discrezionale”, come si legge nell’atto della giunta che riporta una nota della commissaria Stefania Tinnirello, già comandante della Polizia Locale misterbianchese dal mese di novembre 2019 a mese di gennaio 2022 (“Non sussistono particolari criteri per l’attivazione manuale, se non di tipo discrezionale o comunque subordinati alla mole di lavoro da gestire da parte dell’ufficio verbali, e ciò fino a quando non saranno presi accordi con gli altri comuni, il cui territorio ingloba la SS121 e prossimi ad installare stessa tipologia di apparecchiatura”).

E la mole di lavoro in capo all’Ufficio verbali per gli accertamenti di violazione dell’art. 142 del C.d.S., tramite autovelox, è stata rilevante: un aumento “esponenziale”, sottolinea la delibera di giunta, registrato nell’anno 2021, con un picco di 9241 verbali di accertamento al 31 dicembre 2021.

Un carico di lavoro difficile da smaltire, anche per il ridotto organico del comando di polizia locale misterbianchese. E quindi, “discrezionalmente” l’impianto veniva staccato. E non funzionava, come più volte affermato dal Comune, 24 ore su 24. Solo che i due autovelox sono in affitto dalla ditta Projet Automation SPA (Monza), al costo di 4.000 euro al mese. Che le casse comunali devono sborsare comunque, con qualsiasi condizione di attività dei due autovelox. Anche quando sono spenti.

Ora, due considerazioni hanno convinto la giunta a indicare le fasce orarie di funzionamento: da un lato, la diminuzione del numero di incidenti sul tratto di strada ex SS121 di pertinenza del Comune di Misterbianco (anno 2017 nr. 20; anno 2018 nr. 22; anno 2019 nr. 11; anno 2020 nr. 9; anno 2021 nr. 9); dall’altro l’impossibilità tecnica di programmare il funzionamento in automatico, come attestato dall’azienda monzese. A ciò si deve aggiungere la criticità che riguarda la carenza di personale in forza presso il Comando di Polizia Locale di Misterbianco e del relativo orario di servizio, che va dalle 7,30 alle 20,00.

Su tutto gravano anche i ricorsi che alcuni automobilisti hanno opposto ai verbali emessi con l’autovelox, tramite i propri legali. Gli avvocati, in più occasione, hanno contestato la correttezza e la completezza del contenuto del verbale. Fra tutti, ad esempio, il mancato inserimento del decreto prefettizio. Una “dimenticanza” costata cara al Comune che non solo ha dovuto rinunciare a incassare la somma ma ha dovuto registrare un “debito fuori bilancio” che il consiglio comunale è già stato chiamato ad approvare.

Insomma, da mezzo per incrementare le entrate comunali a causa di danno erariale il passo può diventare breve.

Condividi:

Redazione

La Redazione di Misterbianco 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it