Misterbianco, i carabinieri sequestrano una Skorpion e 400 cartucce: macellaio denunciato Operazione del Nucleo investigativo del comando provinciale di Catania

Una pistola mitragliatrice ‘Skorpion’ calibro 7,65 (non censita in banca dati), oltre 400 proiettili di vario calibro, una persona denunciata. Sono il frutto di un’operazione dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Catania, durante una perquisizione in un condominio di Misterbianco. Tutto è partito da un’accurata attività info-investigativa sul titolare di una macelleria locale.

I militari dell’Arma si sono presentati davanti all’attività del commerciante, eseguendo una perquisizione d’iniziativa. All’esito della quale hanno rinvenuto nella disponibilità del titolare un mazzo di chiavi e una chiave appesa sulla parete retrostante la cassa. Con pazienza, hanno provato la chiave nelle aree adiacenti il negozio in tutte le serrature.

La perquisizione nella “porta accanto”

Poco dopo, al numero civico successivo l’attività commerciale, hanno scoperto che la chiave apriva un lucchetto posto a chiusura di un pozzetto: all’interno vi erano due contatori dell’acqua, nonché 14 cartucce cal. 45 marca “GFL” e 11 cartucce cal. 45 marca “NFS”.

Una delle altre chiavi invece ha consentito di aprire la porta di un garage vicino al negozio. All’interno, occultati sotto blocchi di cemento e pneumatici di autovetture, sono state rinvenute, complessivamente, altre 189 cartucce di vario calibro, tra cui 100 cal. 7,65 marca “GFL”.

La perquisizione nel condominio

Il ritrovamento di un così cospicuo munizionamento ha fatto presagire ai carabinieri che, nelle aree di pertinenza condominiale, potessero essere nascoste altre munizioni o armi. In effetti, questa volta, i militari hanno sequestrato a carico di ignoti:

  • 173 cartucce di vario calibro e marca, occultate dietro un mattone all’interno del vano contatori dell’elettricità del condominio e dentro un altro pozzetto
  • una pistola mitragliatrice “Skorpion” tipo CZ VZ61 cal. 7,65, non censita nella banca dati, con 2 caricatori di cui uno inserito e un altro con 12 cartucce cal. 7,65 marca “GFL”, nascosta in un doppio fondo abilmente realizzato all’interno del vano contatori

Il titolare della macelleria, un 55enne di Misterbianco,  è stato denunciato in quanto gravemente indiziato di detenzione abusiva di munizioni.

L’arma del terrorismo

La pistola mitragliatrice Skorpion è un’arma nata nella Cecoslovacchia comunista. È ancora oggi conosciuta in tutto il mondo per la sua micidiale efficacia. È tristemente nota per essere stata l’arma con cui un commando delle Br massacrò la scorta di Aldo Moro, in via Fani a Roma, il 16 marzo 1978, quando il leader della Democrazia Cristiana venne sequestrato. Il 9 maggio, con la stessa mitragliatrice Moro fu freddato.

Condividi:

Redazione

La Redazione di Misterbianco 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi