Campanarazzu, sospese a titolo precauzionale le visite al sito archeologico Il sopralluogo di lunedì scorso ha evidenziato la necessità di interventi di consolidamento e di messa in sicurezza

La fondazione Monasterium Album ha deciso di sospendere a titolo precauzionale le visite all’interno dell’Antica Chiesa Madre di Campanarazzu. L’annuncio è stato postato stamattina sulla pagina social della Fondazione. La decisione arriva in seguito al sopralluogo congiunto effettuato lunedì scorso dalla Soprintendenza per i Beni Culturali di Catania, con l’amministrazione comunale di Misterbianco.

Il provvedimento durerà fino all’esecuzione dei lavori in somma urgenza già predisposti dall’Assessorato Regionale ai Beni Culturali. I volontari della Fondazione rimarranno comunque a disposizione dei visitatori che volessero fare un’escursione nei luoghi dell’antico Misterbianco.

Il sopralluogo di lunedì

Al sopralluogo, con i rappresentanti della Fondazione, ha partecipato direttamente la sovrintendente, l’architetta Donatella Aprile, con un dirigente e un funzionario del Servizio architettonico; il vice sindaco Santo Tirendi per il Comune; la deputata regionale Jose Marano, autrice di un emendamento nella finanziaria regionale per un contributo a favore del sito.

Il sopralluogo ha evidenziato la necessità di un importante intervento di consolidamento statico e messa in sicurezza dell’edificio. Prima andrà fatta una più attenta verifica tecnica della struttura.

I fattori che incidono sulla staticità

Vari i fattori che sembra stiano incidendo sulla staticità dell’antica chiesa: oltre alla pesante struttura del tetto che poggia sulle mura secolari, c’è da determinare il ruolo della massa sciarosa lasciata a nord del sito. La muraglia in un primo tempo si immaginava potesse fungere da protezione. Ora, si ipotizza che possa essere interessata da micromovimenti verso sud che andrebbero a ripercuotersi sull’edificio.

Lo studio di fattibilità

Per determinare l’intervento di consolidamento e le altre soluzioni, con le risorse necessarie per realizzarle, la Sovrintendenza realizzerà uno studio di fattibilità. È subito apparso chiaro che per tali lavori non basteranno i 150mila euro già stanziati lo scorso anno per la “somma urgenza” che dovrebbe partire a breve. E che l’impegno profuso per ricercare finanziamenti per ogni altro progetto collaterale alla fruizione del sito debba prima andare nella direzione della sua irrinunciabile messa in sicurezza.

Rosario Nastasi
Seguimi

Condividi:

Rosario Nastasi

Nasce a Misterbianco nel secolo scorso ma sfiderebbe volentieri Capitan Uncino. Si forma al Classico ma subisce il fascino delle Scienze: Biologia a Catania; Comunicazione a Cassino (Fr). Pubblicista dal 1992, è passato dalla carta stampata, alla Tv, alla radio, al web. Rugbista da giovane ma ora si logora le rotule al calcetto. C'è vita senza contraddizioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi