Istituto “Gabelli”, i Carabinieri sorprendono quattro ex alunni intenti a rubare materiale tecnologico Sono un 18 e tre minorenni, introdottisi nell'edificio dopo aver forzato due porte d'emergenza

Ex-alunni, novelli ladri. Sono i quattro giovani, un 18enne e tre minorenni,  denunciati dai carabinieri della Tenenza di Misterbianco per il reato di tentato furto aggravato in concorso.  Ecco che cosa stavano tentando di fare all’interno della loro ex scuola, l’istituto comprensivo “Aristide Gabelli” di via Gramsci.

I militari dell’Arma sono intervenuti nella nottata con tempestività all’interno dell’istituto, dopo una segnalazione fatta arrivare al 112 Numero Unico di Emergenza per movimenti sospetti di persone all’interno dell’edificio scolastico.

Arrivati all’istituto, i carabinieri hanno effettivamente sorpreso quattro giovani all’interno dell’edificio: sono riusciti subito a bloccare il 18enne, mentre gli altri sono fuggiti, interrompendone comunque l’azione criminosa.

I quattro giovani si erano introdotti all’interno dell’aula multimediale, dopo aver danneggiato due porte di emergenza. Stavano portando via webcam e lavagne multimediali interattive. Alla vista dei militari, il “quartetto” ha abbandonato tutto il materiale tecnologico uscendo rocambolescamente dall’istituto per guadagnarsi l’impunità.

L’immediata attività info-investigativa dei carabinieri ha consentito di rintracciare in brevissimo tempo gli altri tre componenti del gruppo: sono tutti minorenni che, come il maggiorenne, avevano frequentato l’istituto scolastico “Aristide Gabelli” qualche anno prima e, pertanto, conoscevano bene la disposizione dei locali interni della scuola.

Condividi:

Redazione

La Redazione di Misterbianco 3.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Realizzato e gestito da You-Com.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi